E’ ufficiale l’utilizzo nel territorio locale del nuovo sistema di rilevazione elettronica delle violazioni al codice della strada denominato “Street control” in dotazione al Corpo della Polizia Municipale. Come dichiarato dal Comandante Marco Venuti, dopo una fase sperimentale, il sistema è già attivo è stà dando ottimi risultati. Solo ieri sono stati 30 i “rilievi” in appena mezz’ora, per l’ultima prova d’impiego.

Il sistema consente di contrastare il fenomeno della “sosta vietata”, permettendo con una particolare tecnologia di rilevare le targhe dei veicoli parcheggiati in divieto di sosta, doppia fila, sul marciapiedi, su attraversamenti pedonali, zone riservate ai portatori di handicap o nelle aree pedonali. Non appena il sistema riscontra una violazione, scatta immediatamente due foto, una alla targa e l’altra alla zona circostante la violazione. Lo street control verrà utilizzato tenendo in considerazione le criticità riscontrate sul territorio, problematiche che l’attuale carenza d’organico non permette di perseguire con i mezzi ordinari.

Le zone che saranno oggetto di una prima pianificazione, saranno il corso Italia, il corso Umberto, via Roma, via Nazionale, piazza della Vittoria e la statale 113, quest’ultima arteria particolarmente “critica” per i numerosi ambulanti illegali che vendono la loro merce sul ciglio della strada. Con il nuovo sistema, gli acquirenti saranno scoraggiati all’acquisto.

Continua Venuti- si tratta di una tecnologia innovativa che dota gli agenti di un validissimo strumento molto simile all’utilizzo di uno smartphone. L’intento non è quello di fare “cassa” multando l’automobilista in maniera indiscriminata, ma di trovare una soluzione condivisa che possa funzionare da deterrente. Questa tecnologia consente inoltre di apprendere “in diretta” se il mezzo è assicurato, se in regola con la revisione ministeriale, se sottoposto ad eventuali fermi amministrativi, etc etc..