Bando per 12 nuovi assunti in Guardia di Finanza

Il Comando generale della Guardia di Finanza ha pubblicato un bando di concorso per tenenti. Si prevede il reclutamento di risorse in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo. Termine ultimo per la presentazione della domanda è il prossimo 02 marzo alle ore 12.00, tramite procedura telematica accessibile sul sito della guardia di finanza. Il titolo di studio richiesto per partecipare alla procedura concorsuale è la laurea specialistica o magistrale; nello specifico i posti a disposizione sono: 2 per amministrazione; 2 per telematica; 2 per infrastrutture; 1 per motorizzazione – settore terrestre; 1 per motorizzazione – settore navale; 2 per sanità; 2 per veterinaria. I candidati possono presentare la domanda per una sola specialità e, ove previsto, per un solo settore. I requisiti necessari sono: godimento dei diritti civili e politici; non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inattitudine alla vita di bordo o al volo; non essere imputati o condannati o non avere ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale per delitti non colposi, né essere o essere stati sottoposti a misure di prevenzione; non essere stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle forze armate e di polizia; non essere stati rinviati o espulsi da corsi di formazione dell’Accademia del Corpo della guardia di finanza; possesso dei requisiti previsti dalla legge e a tal fine, il Corpo della guardia di finanza accerta, d’ufficio, l’irreprensibilità del comportamento del candidato in rapporto alle funzioni proprie del grado da rivestire. Sono causa di esclusione dall’arruolamento anche l’esito positivo agli accertamenti diagnostici, la guida in stato di ebbrezza costituente reato, l’uso o la detenzione di sostanze stupefacenti o psicotrope a scopo non terapeutico, anche se saltuari, occasionali o risalenti. Inoltre, occorre non trovarsi, alla data dell’effettivo incorporamento, in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ufficiale del Corpo della guardia di finanza; laurea specialistica o una laurea magistrale o titolo equipollente (con esclusione, quindi, dei diplomi universitari, delle lauree c.d. “triennali” o di “I livello”), in discipline attinenti alla specialità per la quale concorrono. Inoltre, i cittadini italiani, oltre ai requisiti di cui sopra: alla data del 1° gennaio 2024 non abbiano superato il giorno di compimento del trentaduesimo anno di età, ossia siano nati in data non antecedente al 1° gennaio 1992; non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, o abbiano rinunciato a tale status, ai sensi di legge. I militari del Corpo appartenenti ai ruoli ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri, che, oltre ai requisiti generali: alla data del 1° gennaio 2024 non abbiano superato il giorno del compimento del 45° anno di età, ossia siano nati in data non antecedente al 1° gennaio 1979; non siano stati dichiarati non idonei all’avanzamento ovvero, se dichiarati non idonei all’avanzamento, abbiano successivamente conseguito un giudizio di idoneità e siano trascorsi almeno 5 anni dalla dichiarazione di non idoneità, o non abbiano rinunciato all’avanzamento nell’ultimo quinquennio; non abbiano riportato, nell’ultimo biennio, sanzioni disciplinari più gravi della consegna; non siano sottoposti a un procedimento disciplinare di corpo da cui possa derivare l’irrogazione di una sanzione più grave della consegna, a un procedimento disciplinare di stato o a un procedimento disciplinare ai sensi dell’articolo 17 delle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale; non siano sospesi dall’impiego o dal servizio o in aspettativa. In aggiunta ai requisiti indicati, alla data di scadenza del termine ultimo previsto per la presentazione della domanda, i candidati che concorrono: per le specialità sanità o veterinaria devono essere iscritti, rispettivamente, all’albo dei medici-chirurghi o dei veterinari; per la specialità infrastrutture, devono essere in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione connessa al titolo di studio richiesto.