Bene confiscato alla mafia diventerà centro antiviolenza

Il ministero dell’Interno ha autorizzato il finanziamento per il recupero di un immobile confiscato alla mafia in contrada Giacaffe, e più precisamente in via Europa a Villagrazia di Carini. Il bene, confiscato addirittura nel 1985 a Sebastiano Crivello, solo nel 2008 è diventato di proprietà del Comune di Carini, e in tutti questi anni è sprofondato in un’assoluto degrado. Lo Stato oggi ha stanzione un milione e mezzo di euro per il recupero, attraverso la partecipazione dell’ente locale al Pon Legalità 2013-2020. Nella volontà dell’amministrazione comunale, qui sorgerà un centro per donne vittime di violenza, che si chiamerà La finestra della legalità. Dell’importo complessivo destinato al recupero e alla riqualificazione dell’immobile, 999.737,65 € serviranno per i lavori, mentre 500.262,35 € saranno le somme a disposizione dell’amministrazione comunale, che si impegna a sostenere l’onere derivante dalla manutenzione e la gestione della struttura per almeno 5 anni successivi alla conclusione del progetto.

aiello-news
  •  
  •  
  •  
  •  
  •