Cane ritrovato in via Caserta a Carini: la denuncia dell’Enpa

Ritrovato ieri un pitbull in via Caserta a Carini, a pochi passi dall’istituto “Ugo Mursia”. La locale sezione dell’Enpa, definisce l’episodio come l’ennesima vergogna contro gli animali. Il cane è stato per quasi 6 ore in compagnia degli agenti di Polizia Municipale i quali hanno cercato di accudirlo in attesa di notizie. Acqua e cibo non sono mai mancati (anche perché portati dai volontari). Ieri c’erano quasi 40 gradi e il Pitbull era stremato. Nel tardo pomeriggio è stato sottoposto a visita veterinaria e poi è stato messo all’interno di un bene confiscato alla mafia, che seppur non idoneo, era la scelta migliore per l’animale. Il cane sta facendo terapia farmacologica ed antiparassitaria e cerca sempre il contatto.
Dall’Enpa continuano riferendo“auspichiamo che il Comune di Carini risolva presto questa situazione, cerchiamo qualcuno che possa prenderlo in affidamento, seppur temporaneo, in attesa di sviluppi. Se avessimo avuto un presidio veterinario pubblico comunale a Carini questo non sarebbe accaduto. Vi invitiamo a firmare la nostra petizione http://chng.it/6CZ5yFrv”