Il Comune di Carini chiude altre 2 strutture sportive

Con un avviso pubblico emanato dal Capo Ripartizione III del Comune di Carini, dott.ssa Gallina, è stato apposto ieri pomeriggio il divieto d’ingresso agli impianti sportivi del “Pasqualino” con annesso campo di tennis di via Angelo Morello, e alla struttura sportiva polivalente di via Padre Pietro Migliore della zona Peep. Nessun’altra spiegazione allegata nella decisione, ma è evidente che tutto sia nato dal “terremoto” provocato dalla disgrazia che ha visto sfortunato protagonista il piccolo Gabriele Conigliaro, caso sul quale e’stata avviata un’inchiesta dalla Procura della Repubblica. Mentre scriviamo ancora non è chiaro il motivo della chiusura degli impianti, visto che in ambedue i casi non ci risulta nessun controllo da parte degli organi competenti . “La chiusura dei due impianti sportivi è arrivata all’improvviso e senza nessun preavviso, noi svolgiamo attività nel rispetto di tutte le normative di legge e fra l’altro le nostre attività sono controllate anche dalla Federazione Giuoco Calcio. Questi sono giorni molto tristi per Carini e per lo sport carinese”. Sono stati questi i primi commenti dei gestori dei due impianti sportivi, l’ASD Città di Carini e l’Iccarense, che oltre all’attività agonistica svolgono giornalmente un’importante funzione sociale con centinai di bambini.