Il Comune di Carini è stato inserito nella zona economica speciale

E’ notizia di ieri dell’inserimento del Comune di Carini, della sua zona industriale e dell’area del realizzando Centro Rimed nella zona economica speciale della Sicilia occidentale. E’ questo quanto emerso dall’incontro tenutosi ieri mattina a palazzo D’Orleans dov’è stato presentato lo schema del Piano di sviluppo strategico per l’istituzione della Zes. Credito d’imposta, agevolazioni fiscali aggiuntive e sgravi per gli investimenti, procedure più veloci per nuovi insediamenti produttivi , miglioramento delle infrastrutture e delle reti di servizio: sono alcuni dei benefici per i territori che fanno parte della zona economica speciale. Nello schema di piano strategico presentato dall’assessore alle attività produttive della Regione siciliana, Girolamo Turano, sono stati inseriti inoltre i porti di Palermo e Trapani, l’aeroporto di Trapani, il porto di Gela e le zone industriali di Caltanissetta, Palermo, Termini Imerese,Trapani, Marsala, Porto Empedocle, Aragona Favara.

Soddisfazione giunge dall’Amministrazione comunale, riferisce il Sindaco Monteleone – “È un risultato che cogliamo con grande soddisfazione perché è stata accolta la proposta avanzata a Settembre del 2017 e che rappresenta un’opportunità per il territorio, per le imprese e il mondo del lavoro;  si stanno così ponendo le basi per un’organicità d’interventi per favorire lo sviluppo economico del nostro territorio e dare opportunità di lavoro alle presenti e future generazioni”. Dopo l’adozione del piano strategico la proposta di istituzione da parte della Regione arriverà al Governo che la adotterà con decreto del presidente del Consiglio dei Ministri.

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •