La Gdf rinviene 200 gr di marijuana in un’azienda di Carini

I Finanzieri della Tenenza di Carini nell’ambito dell’intensificazione dei controlli finalizzati alla verifica del rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 disposti dal Comando Provinciale di Palermo, hanno eseguito un controllo presso un’azienda sita in Carini (PA), operante nel settore del trasporto conto terzi di merci su strada, rinvenendo
un pacco contenente 200 grammi di marijuana. In particolare, le Fiamme Gialle durante l’attività ispettiva negli uffici e nel magazzino dell’azienda avvertivano un forte odore assimilabile alla presenza di sostanza stupefacente e individuavano, quindi, un pacco di medie dimensioni, con un lembo strappato, appena rientrato nei locali aziendali per mancata consegna da Mazara del Vallo (TP), dal quale si intravedeva una busta contenente presumibilmente la sostanza illegale. I militari procedevano quindi all’apertura del collo e sottoponevano la sostanza contenuta a drug rapid test, all’esito del quale risultava essere marijuana. Lo stupefacente, che se fosse finito sul mercato illegale avrebbe fruttato circa 1.300,00 euro, veniva immediatamente sottoposto a sequestro e
conseguentemente veniva inoltrata comunicazione di reato alla locale Procura della Repubblica a carico di ignoti per violazione dell’art. 73 del D.P.R. 309/90 in materia di traffico di sostanze stupefacenti. L’attività di servizio d’iniziativa si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo assicurata dalla Guardia di Finanza di Palermo a contrasto dei traffici illeciti che interessano il territorio provinciale.