“La legalità a 30 anni dalle stragi”: evento al Castello di Carini

Sabato 30 Luglio, all’interno della suggestiva cornice del Castello medievale di Carini, ha avuto vita la Seconda Edizione del Festival della Coscienza, a cura dell’Associazione socio-cultutale “Generazione Attiva”, il tema di quest’anno è stato “La Legalitá a trent’anni dalle stragi”. L’Evento ha avuto inizio alle ore 19.30 con lo svolgimento del salotto culturale “Parole e Musica” un mix di rilevanti interventi (Luisa Impastato, Dott.ssa Valeria Grasso, l’Avv. Valerio D’Antoni) i quali hanno, anche tramite le loro personali esperienze, ben espresso come dalle stragi ad oggi sia cambiato il senso di legalità non lesinando però di ricordare quanto ancora occorre fare e come sia essenziale tenere sempre alta l’attenzione sul tema. Gli interventi sono stati intramezzati dalle esibizioni dei cantautori Claudia Sala e Stefano Gelardi (che per l’occasione hanno portato dei brani inediti sul tema) magistralmente accompagnati dai maestri Antonino Palazzolo (tastiere), Roberto Anile (chitarre) Marco Spinella (basso elettrico) e Filippo Bologna (batteria). In seguito è stato proiettato il cortometraggio “Paolo e i suoi Angeli” di Giulia Galati, per poi proseguire con gli interventi degli artisti Filippo Lo Iacono, Mauro Pecoraro e Pietro Galati che hanno spiegato le opere che erano esposte nell’atrio del Castello e la cui visione e contemplazione ha dato chiusura alla manifestazione intorno alle ore 23. Il Presidente dell’Ass. Generazione Attiva, Gaspare Manicioto, riferisce: “Ci riteniamo soddisfatti della riuscita dell’Evento, il nostro intento è dare uno spunto di riflessione, tentare di risvegliare la coscienza sociale, attraverso la capacità comunicativa di differenti forme d’arte che cerchiamo di legare al meglio all’interno del nostro Festival. Vi invitiamo a seguirci e ci dichiariamo aperti a collaborazioni con altre Associazioni locali e non e disponibili ad accogliere l’adesione di chiunque volesse unirsi al nostro Progetto sociale!”