La liceale MariaCristina De Luca premiata ad un concorso nazionale

Questa mattina nella cornice del Chiostro dei Carmelitani a Carini, si è tenuta la premiazione del concorso nazionale Rotary club, alla presenza del delegato nazionale, avvocato G. Giambrone, del presidente club Costa Gaia L.Bellina e del socio G.Pagano. Un altro autorevole riconoscimento, per il Liceo Scientifico U. Mursiadi Carini, al Concorso Legalità e Cultura dell’Etica sul temaIntelligenza Artificiale a breve, tra opportunità, rischi e possibili illegalità. Viaggio verso l’ignoto: evoluzione o declino?. Il titolo spingeva ad interrogarsi sullaccezione dellevoluzione esponenziale della tecnologia di altissimo profilo, ormai dato oggettivo della realtà, come “viaggio verso l’ignoto”, da indagare nei suoi aspetti positivi e negativi, evidenziando le inevitabili ricadute sulla responsabilità umana, la trasparenza, l’equità e il rispetto dei diritti umani.

Mariacristina De Luca della classe V A ha scelto la produzione di un manifesto A3, che raffigura una rivisitazione della scena della Creazionedi Michelangelo: al centro si pone il momento in cui lindice delluomo e quello robotico sincontrano per originare ununica Intelligenza che metta in comune le potenzialità degli algoritmi con le conquiste cui è pervenuto luomo nel suo cammino millenario. Come nella Cappella Sistina, anche nel manifesto elaborato il contatto tra gli indici non avviene, a sottolineare che il rapporto tra le due intelligenze deve essere equilibrato: l’uomo infatti, lungi dal lasciarsi travolgere dall’impiego dell’IA, deve piuttosto comprendere che essa è un mezzo, un ausilio e in quanto tale non deve essere sostitutivo dell’essere umano che, con la sua intelligenza emotiva, è ineguagliabile. L’IA può eccellerein alcuni compiti specifici, ma la ricchezza della mente umana, la creatività e la comprensione emotiva sembrano ancora al di là della sua portata. Soltanto attraverso il comune apporto, le soluzioni generate in un ambiente di calcolo replicheranno corretti comportamenti umani. La giuria ha apprezzato il messaggio di Mariacristina fino a riconoscerle, anche questanno, il posto sul podio. La cerimonia ufficiale di premiazione del concorso si è svolta lo scorso 19 aprile a Torino, nella magnifica Aula Magna del Palazzo dell’Arsenale, sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito. Diversamente dallo scorso anno a Firenze, Mariacristina a malincuore ha dovuto rinunciare allevento, perché alla data si trovava a Praga assieme ai suoi compagni per l’esperienza del viaggio d’Istruzione, quello conclusivo del quinquennio liceale. Il Liceo Mursia si conferma, ancora una volta, una scuola al passo con i tempi per lo sviluppo di una coscienza etica, consapevole e coerente con i principi della legalità, ponendo gli allievi nelle condizioni di affrontare il futuro con giusto spirito critico.