La scherma arriva a Carini

Ha fatto tappa anche a Carini l’interessante iniziativa “Le pedane vanno a scuola”, promossa dal Comitato Organizzatore dei Campionati Italiani Assoluti Olimpici e Paraolimpici di Scherma Palermo 2019; stamattina infatti, gli istituti comprensivi “Laura Lanza” e “Renato Guttuso” hanno ospitato al loro interno in orario curriculare le società schermistiche del territorio palermitano per promuovere la scherma e indirizzarla direttamente alla fonte primaria di divulgazione dei più sani principi e sacri valori della scherma, la Scuola. Lo scopo è quello di entrare ed essere ospitati dagli istituti scolastici, condividendone i contenuti e le finalità con lo scopo di creare lo spettatore e l’attore di domani.

Il progetto prevede la partecipazione attiva degli studenti che si sottoporranno ad una lezione teorica sui concetti base della scherma, per poi procedere con una lezione e una prova pratica da parte dei tecnici federali. Il Comitato Organizzatore e la Federazione Italiana Scherma si fanno, invero, promotori dell’iniziativa per la progettazione e la realizzazione di un evento sportivo ecosostenibile, abbracciando e condividendo il progetto “La linea verde della scherma“, di cui l’iniziativa “Le Pedane Vanno a Scuola” è parte integrante. La linea verde della scherma è un progetto sperimentale, diretto a tutti gli attori coinvolti nella manifestazione, che punta l’accento sull’importanza del rapporto tra l’ambiente e l’uomo. L’hashtag #diamoilbuonesempio sarà utilizzato nella campagna di comunicazione: vuole rappresentare la volontà del Comitato di credere nella possibilità di compiere piccoli ma importanti cambiamenti nella vita quotidiana, anche attraverso un Evento Sportivo Ecosostenibile come il Centesimo Campionato Assoluto – Palermo2019, da trasmettere e regalare alle future generazioni. All’interno dell’iniziativa “Le pedane vanno a scuola” viene infatti sviluppato il percorso didattico “Io difendo l’ambiente… e tu?”, progetto che nasce con l’obiettivo di educare i bambini al rispetto dell’ambiente e della natura e allo stesso tempo di coinvolgerli attraverso il gioco della scherma. Il rispetto dell’ambiente è una prerogativa basilare per la crescita e la formazione dell’uomo del domani: imparare a rispettare vuol dire anche imparare a rispettare se stessi e gli altri. Tutto questo produrrà nell’immaginario comune del bambino una maggiore sensibilità verso l’ambiente e allo stesso tempo farà accrescere in lui un maggiore interesse, curiosità e passione per uno sport come la Scherma.

Il progetto ha come obiettivo di fondo l’orientamento dei ragazzi all’educazione ambientale e alla pratica dello sport. Riuscire a perseguire un Obiettivo Educativo attraverso il progetto rimane un fine nobile e socialmente utile. Infatti, attraverso la pratica sportiva, gli alunni potranno arricchire le proprie conoscenze sulle tecniche di base della scherma e scegliere se praticarla o meno e, riusciranno a comprendere meglio anche il rispetto della natura. La mission ambientalista, unita alla cultura e alla buona pratica di uno sport, permetterà al ragazzo di crescere secondo quei valori che contribuiscono alla formazione del buon cittadino del domani. La formazione, si baserà su lezioni frontali, realizzate dai docenti formatori e si svolgerà in orario scolastico, all’interno del quale verrà sviluppato un programma teorico-educativo ed uno pratico-sportivo. In questi incontri formativi saranno utilizzate tecniche di dinamiche di gruppo, al fine di ottimizzare al meglio il confronto e di renderlo più coinvolgente. A conclusione del progetto ”Le Pedane vanno a scuola”, le scuole saranno invitate a partecipare alla festa finale, che si svolgerà al Palascherma in occasione dei Campionati Italiani Assoluti e Paralimpici. I bambini saranno invitati ad assistere alle gare e inciteranno i loro nuovi beniamini.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •