Con 659 voti è stato il candidato deputato più votato a Carini, e questo risultato ha contribuito domenica scorsa alla sua elezione al Parlamento siciliano, dall’alto dei suoi 13984 voti totali ottenuti tra le file della lista “Sicilia Futura” a sostegno della candidatura a presidente di Micari.

A distanza di soli cinque giorni e ancor prima dell’insediamento, scoppia la bufera intorno ad Edy Tamajo, infatti è stato iscritto dalla Procura della Repubblica nel registro degli indagati per presunto voto di scambio, iscrizione che nasce da un’indagine della Guardia di Finanza che ha portato ad una lunga serie di intercettazioni nella quale si parla di voti comprati a 25 euro ciascuno. In attesa di rilasciare le proprie dichiarazioni davanti al procuratore aggiunto Sergio Demontis e al sostituto Fabiola Furnari., Tamajo dal suo account facebook, ha tranquillizzato tutti dichiarandosi estraneo ai fatti –

” Carissimi Amici , apprendo con stupore l’avvio dell’inchiesta giudiziaria nei miei confronti.
Posso affermare , senza timore di smentita , di non aver mai comprato un solo consenso, ma di aver costruito la mia carriera politica sull’attività quotidiana a favore della gente e della collettività. Si tratta di condotte che sono lontano anni luce dal mio modo di fare politica, da quello della mia famiglia e del mio gruppo politico.
Ho dato la mia totale disponibilità, nei confronti dell’autorità giudiziaria, per chiarire questa incresciosa vicenda che sono sicuro, grazie al lavoro dei miei avvocati,riuscirò prestissimo a dimostrare che si tratta di un infondato castello di accuse………!
Staro’ in silenzio per qualche giorno ……un silenzio pieno di rabbia e un cuore lacerato che batte forte.
Giunga a tutti voi, cari amici miei (cariche istituzionali comprese), un profondo abbraccio, ed un caloroso incoraggiamento a continuare ad espletare il vostro lavoro con serietà ed onesta’……………quella che ci ha sempre contraddistinto ..!!!!!!! Vi voglio bene!”