Presentata “Le Vie dei Tesori” a Carini

Questa mattina presso l’Aula Consiliare del Palazzo Comunale di Carini, si è svolta la conferenza stampa di presentazione de “Le Vie dei Tesori”,  la famosa manifestazione culturale che quest’anno sbarca anche a Carini. In questa prima edizione, Carinesi e turisti potranno scoprire l’immenso patrimonio storico, architettonico e archeologico a partire dall’Amaro Caso della Baronessa di Carini, Laura Lanza di Trabia, in La Grua. Le visite partiranno sabato 11, per ogni weekend, fino al 26 settembre. Alla presentazione hanno partecipato il Sindaco di Carini Giovì Monteleone, il Presidente della Fondazione “Le Vie dei Tesori”, Laura Anello, i rappresentanti delle organizzazioni pubbliche e private che hanno collaborato alla realizzazione delle Vie dei Tesori a Carini e gli Assessori Valeria Gambino e Salvo Badalamenti a nome dell’intera Giunta Municipale.


 Uno degli obiettivi culturali della nuova amministrazione di Carini – dice il Sindaco Giovì Monteleoneè quello di cogliere ogni occasione utile per restituire alla conoscenza degli abitanti di Carini e dei turisti il patrimonio culturale e storico custodito dalle mura di monumenti quasi sconosciuti, ma di immenso valore. La Via dei Tesori è la prima occasione, ma sarà seguita certamente da altreLelenco dei monumenti da visitare è lungo e prestigioso a partire dalla preziosa Biblioteca Francesco Scavo in via Rosolino Pilo. La Biblioteca di Carini  è una delle più antiche dItalia ed è stata realizzata grazie alla lungimiranza del sacerdote Francesco Scavo, che nel 1775 ha donato a beneficio del pubblico tutto il suo patrimonio librario. Non poteva chiaramente mancare la visita del Castello di Carini, teatro di uno dei femminicidi più famosi della storia e non è un caso che ogni anno, lAssessorato alle Politiche Sociali organizza una manifestazione proprio al Castello per approfondire il tema. Altro sito di grande interesse archeologico sono le Catacombe Paleocristiane di Villagrazia di Carini. Con 3.500 mq di estensione si sono rivelate di recente il cimitero sotterraneo più esteso della Sicilia. Sono solo un paio di esempi dellimportanza degli 11 Monumenti e siti Architettonici che si potranno visitare per il centro storico medievale dellantica Carini.

Un luogo non raccontato è un luogo muto – dice il Presidente della Fondazione “Le Vie dei Tesori”  Laura Anello – da quindici anni Le Vie dei Tesori racconta il territorio. Arriviamo a Carini con il piacere di allargare il festival ad una città, che anche per i vicini palermitani sarà una vera scoperta.

I visitatori troveranno allingresso di ogni sito monumentale il personale preposto per le indicazioni e la vidimazione del coupon, le istruzioni per scaricare lapp con laudioguida. Unoccasione che non potevamo lasciarci sfuggire – dice lAssessore al Turismo Valeria Gambino – che abbiamo fortemente voluto e che ha visto anche la collaborazione e il sostegno di enti e imprese private, dallAssociazione Poliminia agli sponsor Gruppo Arena Decò, RAC sistemi di riposo di Vito Conigliaro, dell’ATI Senesi, di Futur House Costruzioni, della S.O.R.I. Acque, oltre a quelli istituzionali del Comune di Carini, della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, di Villa Maurigi, e ai partner dellArcipretura di Carini e Montis Regalis Ecclesia. Main Sponsor della manifestazione è UniCredit, che ha tra le sue mission il sostegno della cultura del territorio – dice Roberto Maida di UniCredit –  In questo senso, confermare il sostegno al festival estato naturale. Le Vie dei Tesori e UniCredit hanno vinto questanno il premio Cultura e Impresa, riconoscimento alle realtà che lavorano in sinergia per promuovere cultura sul territorio”.  È lungo l’elenco dei monumenti che si potranno visitare e già prenotati attraverso l’acquisto OnLine dei Coupon. Sono già state programmate grazie alla collaborazione con Labisi, partner della manifestazione, alcune “trasferte” in pullman da Palermo a Carini. Le Vie dei Tesori è la grande manifestazione che vede coinvolto il patrimonio culturale che cerchiamo in ogni modo di preservare e promuovere – dice lAssessore alla Cultura Salvo Badalamenti – ed è unoccasione da non lasciarsi sfuggire per conoscere e scoprire tutti i Monumenti più rilevanti e importanti della Città, oltre al Castello

I Monumenti si possono visitare nel corso dei 3 weekend dall11 al 26 Settembre, ogni sabato e domenica dalle 10.00 alle 18.00 circa. La brochure in formato digitale è reperibile sulla home del sito istituzionale del Comune di Carini www.comune.carini.pa.it mentre i dettagli del programma dellintera manifestazione e le istruzioni per lacquisto dei coupon per le visite sono disponibili al sito www.leviedeitesori.com. in ogni caso, ulteriori informazioni possono essere reperite allInfo point di Piazza Duomo, Sabato e domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Infine è attivo il numero di telefono 091 8420253, ogni giorno dalle 10.00 alle 18.00