Progetto “Zero molestie” sulle donne sul posto di lavoro

Dal 1999, grazie all’ONU, ogni anno il 25 novembre si ricorda che la violenza di genere è purtroppo ancora una realtà diffusa da combattere, e che la strada da percorrere è ancora lunga e difficile.
Spesso si pensa che questa violenza sia diffusa solo in quei paesi dove vige un regime dittatoriale o dove vi siano consuetudini, anche religiose, che ammettono e giustificano la
violenza sulle donne. Ma nella realtà non è purtroppo così. Oltre alle nazioni nelle condizioni come sopra accennate, anche il “civilissimo” mondo occidentale vive questa piaga sociale e stenta ad
affrancarsene. La violenza non è solo quella fisica, che esiste e nessuno la può negare, ma esiste anche una violenza psicologica e subdola che viene costantemente perpetrata nei luoghi di
lavoro nei confronti delle donne. Consapevoli di queste disuguaglianze di genere perpetrate in diversi ambienti di lavoro la Direzione Regionale del Sinalp Sicilia con il suo Segretario Dr. Andrea Monteleone già nel 1999 ha dato vita al progetto, “ZERO MOLESTIE” in difesa delle donne che sul lavoro ancora oggi subiscono violenza sia fisica che psicologica. Questo Progetto, voluto fortemente da tutti i dirigenti sindacali di Sinalp Sicilia ha scoperchiato una realtà negativa e le donne Siciliane hanno finalmente uno strumento in più per difendersi. Chiaramente nessuno pensa che il Progetto “ZERO MOLESTIE” sia la soluzione perfetta al problema. Molti aspetti possono e devono essere migliorati, ma riuscire a dare oggi una assistenza sindacale concreta e mettere a disposizione delle donne, che chiedono il nostro aiuto, una squadra di avvocati dell’Ufficio Legale del Sinalp Sicilia è certamente un primo passo concreto verso la reale uguaglianza tra uomo e donna nel mondo del lavoro. Ma oltre a tali servizi, grazie al Progetto ZERO MOLESTIE il Sinalp è in grado di assistere ed aiutare le donne in difficoltà anche attraverso i Commercialisti ed i Consulenti del lavoro che hanno dato la loro disponibilità a partecipare attivamente a questa iniziativa.Lo Sportello del Progetto è a disposizione di tutte le donne che vogliono un aiuto concreto o anche semplicemente una consulenza gratuita per capire quali siano i reali atteggiamenti corretti all’interno dell’azienda dove lavorano. Bisogna avere la forza di combattere la paura e di denunciare, solo avendo consapevolezza di questo si vincerà la difficile battaglia dell’eguaglianza di genere. (comunicato stampa).
Aiutaci a condividere più possibile la notizia. Condividi anche tu!