“Siamo positivi al Covid, e siamo sommersi in casa anche dai nostri rifiuti”

Abbiamo ricevuto in redazione diverse segnalazioni riguardanti soggetti positivi al Covid 19 e quindi in quarentena obbligatoria che stanno avendo diversi problemi anche per lo smaltimento dei rifiuti. Pubblichiamo l’accorata lettera di una signora carinese, al fine di far attivare le figure preposte alla tempestiva risoluzione della problematica.

“Da 15 giorni io, mio marito e i miei figli siamo positivi al Covid 19, siamo isolati in casa e non nascondo che abbiamo vissuto ore di grande apprensione per gli effetti del virus. Abbiamo fatto tutte le comunicazioni del caso all’Usca e siamo in attesa che questo brutto periodo passi in fretta per tutta la mia famiglia. Vi scrivo perchè stiamo avendo enormi difficoltà con la spazzatura, che secondo indicazioni  forniteci e nel rispetto della legge, non abbiamo differenziato facendo molta attenzione nel riporla in doppi sacchetti al fine di evitare contaminazioni. Dopo 15 giorni però, il nostro terrazzino è invaso dai sacchetti che nessuno fino ad oggi è venuto a ritirare. Ho scritto e segnalato telefonicamente a più riprese, ho fornito pure la posizione del nostro domicilio, ma nulla. Adesso confido in voi affinchè la ditta specializzata o chi di competenza si attivi per risolvere il problema”. (foto di repertorio)