Un pensiero per Carlo Casini..

Pubblichiamo il ricordo che il dott.re Giuseppe Failla ha di Carlo Casini, scomparso pochi giorni fà. – Carlo Casini è persona nota al mondo cattolico, magistrato, fondatore del Movimento per la Vita, cristiano impegnato nella difesa della vita, dal concepimento alla fine naturale. Allievo di Giorgio La Pira, sindaco di Firenze, rappresenta uno dei maggiori esponenti del mondo cattolico impegnato in politica. Ho avuto modo di conoscerlo personalmente, e non solo “per sentito dire” nella primavera del 2013, quando viene catapultato a Roma, dal suo partito, l’UDC, come capolista per le elezioni comunali. Alla Domus Pacis, sulla via Aurelia si svolge una delle prime manifestazioni politiche in vista delle elezioni, so che tra i politici presenti c’è anche lui, e vado. Lo incontro al parcheggio, mi presento brevemente e gli offro la mia collaborazione, ci scambiamo i numeri di telefono e da li’ nasce una fattiva amicizia. Lo invito in una bellissima agorà, ad incontrare un folto gruppo di giovani , per raccontare una vita, la sua, spesa per il bene comune, nella forma piu’ alta di carità (Paolo VI) che è la politica. Ci racconta come a volerlo nel’agone politico, fosse stato l’allora cardinale di Firenze, invitandolo a rischiare. Davanti alle sue resistenze, il cardinale gli promise di sostenerlo con le sue preghiere. Qualche giorno prima del voto, Casini si recò dal prelato per ragguagliarlo, ma non lo trovò in sede, e chiese allora al segretario del cardinale, se questi stesse pregando per lui. Il segretario fissandolo gli disse. “se il cardinale stia pregando non lo so, ma so che sta facendo molte, tante telefonate”. Ci siamo sentiti e visti per la successiva campagna elettorale dell’elezioni europee del 2014, e ancora una volta incontri, confronti. In Europa era impegnato a sostenere la sua battaglia per il riconoscimento giuridico del nascituro “Uno di Noi”, riconoscimento, fondato sulla visione etica ontologica personalista. Ci sentivamo regolarmente per telefono, soprattutto per riaffermare l’importanza dei cattolici in politica, di una voce a difesa dei piu’ deboli, dei tanti che sono nati grazie ai centri di aiuto alla vita da lui sostenuti.
Che dire? Nella mia vita ho avuto modo di incontrare tante persone e Carlo è uno di quelli che ha lasciato in me la voglia e il desiderio di vivere il nostro tempo spendendosi per amore. (foto tratta da “avvenire.it”)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •