Vincenzo Troia, da Carini ad Hong Kong con il sogno Parigi

Quella che vi raccontiamo oggi è la bella ed interessante storia professionale di un giovane carinese che nel giro di un paio d’anni stà compiendo un percorso professionale di rilievo. Vincenzo Troia, 39 anni, con alle spalle un diploma al liceo “Ugo Mursia”, la triennale all’università di Palermo, un master in marketing & communication alla “Bocconi” di Milano e la laurea magistrale all’università Cattolica del Sacro Cuore, lo scorso mese è stato scelto dalla nota azienda palermitana operante nel settore dell’abbigliamento “Giglio”, come nuovo Managing Director. Una breve ma intensa carriera iniziata dopo la laurea triennale con il primo incarico ricevuto nel 2011 presso la “Yoox”, un’azienda che opera nel settore delle vendite online di beni di moda, lusso e design. Nel 2013 una prima svolta, quando l’azienda lombarda propose a Vincenzo di continuare la sua crescita professionale con un ruolo operativo ad Hong Kong.

“La mia famiglia mi è sempre stata accanto, supportandomi in tutto. Presi il mio primo volo per Hong Kong per la prima volta nel gennaio 2014,  con due valigie e un biglietto di sola andata. Da allora cominciai una serie di innumerevoli viaggi a Seoul, Tokyo, Shanghai, Singapore, Sydney, ecc. Avevo l’obiettivo di lanciare YOOX in tutti i mercati dell’Asia-Pacific e per riuscirci serviva tanta curiosità e voglia di scoprire, la stessa curiosità che mi ha fatto innamorare di culture diametralmente opposte come quella cinese e quella giapponese. A Hong Kong mi sono sentito subito a casa, andai a vivere nel quartiere Sheung Wan, nel cuore del mercato del pesce secco, mi ricordava i nostri mercati, le abbanniate”.

Dopo i 6 anni ad Hong Kong, Vincenzo nel 2019 torna a Milano come responsabile dei mercati internazionali di “Yoox” dagli Stati Uniti all’Asia e supportando lo sviluppo del business negli altri mercati internazionali, poi nel 2020 arriva la pandemia e la combinazioni di fattori ne sono susseguiti: il boom di giglio.com, un’azienda siciliana in forte crescita e con fortissime ambizioni internazionali e l’offerta di guidarla per diventare grandi.

“Le città hanno perso allure, agli occhi di tutti diventate trappole malsane, ed io ho scoperto la natura, le Alpi e gli agi di una vita lontana dal caos. Una combinazione di eventi che mi ha fatto pensare: se non ora quando ? Ed eccomi qui, Parigi può aspettare”.