Week end “alla Ricerca di Laura” tra Carini e Montelepre

Sabato 2 dicembre, al castello di Carini, e domenica 3 dicembre, presso la Torre Ventimiglia di Montelepre, si terranno dalle alle ore 17:00 in poi due conferenze di presentazione del nuovo studio condotto da Vito Badalamenti e Aurelio Grasso dal titolo: “Lauria, Elisabetta, Joanna Lanza e il Magnifico Ludovico Vernagallo”; testo curato da Vito Badalamenti, Aurelio Grasso e Santa Di Natale. A moderare e condurre l’evento, la stessa ricercatrice e scrittrice.  L’evento sarà presentato dalle Associazioni Culturali Carini IOD“Alla Ricerca di Laura” e “Aria”. Nello specifico, Alla Ricerca di Laura è un’Associazione Culturale sì, ma anche un progetto di ricerca che ha coinvolto una rete virtuosa di istituzioni e Associazioni Culturali in un protocollo ufficiale tra: Arcidiocesi di Monreale, Assessorato della Cultura e Beni Culturali, curato dal Dott. Nello Lombardo, Comune di Carini, Suore Cappuccinedell’Immacolata di Lourdes, “Aria” Art Refuge International Accomplices, Presidente Nicol Prestana e infine Carini IOD,Carinesi Nord America, che ha aperto i lavori con il Presidente uscente Maurizio Randazzo per poi continuare con l’instancabile Presidente Natale Amato, in fervente collaborazione con il Vice Presidente Federico Davì. Il protocollo di rete nasce grazie all’impegno profuso dal Vice Presidente Sandy Di Natale in una collaborazione sempre attiva con i soci fondatori di “Alla Ricerca di Laura”, il Cavaliere Toty Giambanco, ambasciatore dei Templari internazionali, e Gianfranco Lo Piccolo, che è anche responsabile in Italia per conto di Carini IOD. Nello specifico questo fortunato ponte con gli Stati Uniti, che nasce in primis tra “Carini Iod” e “Aria”, ha prodotto un interessante ricaduta che vede sempre più coinvolti gli USA, grazie all’intervento del Avvocato Fabio Cione in qualità di mediatore presso Comites e Consolato di Philadelphia, destando l’interesse del Console Cristiana Meli, la quale ha più volte manifestato il desiderio di presentare la ricerca negli Stati Uniti. Il nuovo studio, portato avanti da Badalamenti e Grasso, vuole essere una ricostruzione di alcune tappe fondamentali della vita di Laura e Ludovico, a partire dalle quali si tracciano nuove ipotesi sul delitto… Il Ludovico scalmanato e affascinante, proprietario di un solo cavallo a pelo storno, lascia il posto a un ritratto nuovo e a tratti sconvolgente che vi invitiamo a scoprire durante le due conferenze, a ridosso del 4 dicembre, volute fortemente per commemorare la scomparsa di quelle che, a ragione sui documenti, riteniamo essere vittime innocenti. I nostri ricercatori hanno analizzato fonti inedite, o passate inosservate, facendo un lavoro minuzioso e avvincente. L’evento, a 460 anni dalla scomparsa dei due sfortunati giovani, assume contorni dai forti tratti di denuncia sociale, nell’attuale clima di efferata violenza sulle donne, mettendo seduti ad un tavolo tecnico i due territori coinvolti nelle dinamiche dell’Amaru Casu” Carini e Montelepre.

Scrive Sandy Di Natale –  “Grazie alla lungimiranza di Giovi Monteleone, Sindaco di Carini, Salvatore Badalamenti, Vice Sindaco di Carini e Giuseppe Terranova, Sindaco di Montelepre, che patrocinano gratuitamente gli eventi mettendo a disposizione il castello di Carini, teatro del delitto, e la Torre Ventimiglia, legata alle vicende della famiglia Vernagallo, proveremo a restituire al territorio una riflessione e un confronto che ci mostracome in 460 anni, nulla o quasi nulla è cambiato. Durante un percorso in cui non ci siamo mai fermati, tracce di verità storichesono state restituite al territorio con passione. Sette anni, dunque,che hanno visto coinvolti molti esperti di settore, dallo scrittore, ricercatore e regista Ciccio Randazzo, responsabile della ricerca ad honorem, per i suoi quarant’anni di studio e per averci insegnato ad amare “l’Amaru Casu”, al latinista Padre Fiorenzo Fiore e ancora: Dottoressa Rina Stracuzzi, Dottoressa GiadaGambino, Dottoressa Susanna Sportaro, il compianto Prof. Gabriele Arezzo di Trafiletti,  l’archivista Nino Pertini e il Dott.re Massimo Pugnale, che dagli Stati Uniti collabora, occupandosi delle traduzioni di documenti reperiti dai nostri ricercatori in Spagna. Lo studio verrà presentato con un taglio documentaristico, allo scopo di tenere alta l’attenzione, per questa ragione abbiamo invitato in sala prestigiosi nomi del teatro impegnati nella lettura dei testi: Dario Scarpati, Vincenzo Giaconia, Patrizia Franco, Francesca Vaglica, e la voce narrante Peppuccio Pecoraro. Gli attori saranno rigorosamente vestiti in costume d’epoca, grazie alla stilista Zenap Chaudry, Presidente dell’Associazione Culturale Ventimiglia Di Montelepre nonché organizzatrice dell’evento di ampio respiro nel territorio di Montelepre. Presenti in sala anche: Associazione Culturale TorreVentimiglia di Montelepre; Associazione Culturale La Compagnia In Valigia; Sikea Group Production, Associazione Folkloristica Carinese APS. Una rete di buone intenzioni, quindi, per ripristinare la verità storica, ma anche una rete di anime come lotta contro la violenza”.